Vai al contenuto

Posts contrassegnato dai tag ‘reputazione’

Strategia di TripAdvisor per i social media: cosa comporta per le strutture? [Parte due]

Questa è la seconda parte dell’intervista a Jamie Conroy, Direttore dei prodotti per social media di TripAdvisor. Fate clic qui per leggere la prima parte.

Secondo te, in che modo i social media influiscono sul settore alberghiero?

Le persone si rivolgono a TripAdvisor per pianificare un viaggio. Cercano il feedback di altre persone della community e ne tengono conto nel decidere dove prenotare. Inevitabilmente, i social media aiutano le strutture che offrono un servizio eccellente e mettono in luce quelle che invece non sono all’altezza. Inoltre, aiutano le strutture a raggiungere un pubblico più ampio rispetto al passato.

Hai qualche consiglio per le strutture che si apprestano a sviluppare o a migliorare una strategia per i social media?

Sui social network, le discussioni sui marchi avvengono in qualsiasi momento, con o senza l’intervento dei diretti interessati. Il tempo in cui si propinavano messaggi a un pubblico passivo è ormai finito. Oggi, i proprietari hanno la straordinaria opportunità di partecipare alla discussione, di “sentire” cosa dicono i clienti sulle piattaforme social come TripAdvisor, Facebook e altre e di replicare.

Per chi è agli inizi, la cosa migliore è concentrarsi su poche piattaforme social e costruire una presenza molto visibile e attiva. Occorre individuare un pubblico di destinazione e i siti social in grado di attirare tale pubblico. Quindi, lavorare per sviluppare una presenza molto attiva sulle piattaforme selezionate: occorre spendersi molto. Si tratta di un vero e proprio investimento ed è necessario un impegno costante e un coinvolgimento attivo. La parola chiave è costanza: internet è piena di esempi di strutture che hanno iniziato su diverse piattaforme social per poi abbandonarle tutte.

In che modo possono le strutture trarre vantaggio dalla relazione tra TripAdvisor e Facebook?

Siamo stati tra i primi sviluppatori per Facebook nel 2007. Una scommessa che si è rivelata vincente. Da allora, siamo stati partner nel lancio di numerose iniziative Facebook, come il pulsante Mi piace e il Grafico aperto. Siamo sempre concentrati sulla prossima mossa e su come le nuove opportunità possono aiutare i nostri utenti.

Oggi, Facebook conta più di 1 miliardo di utenti e 1 recensione su 3 viene pubblicata su TripAdvisor da un utente che ha effettuato l’accesso tramite Facebook. La relazione con Facebook amplifica ogni recensione che le strutture ricevono. Aiuta inoltre a fornire ai clienti contenuti pertinenti, perché le recensioni degli amici attirano l’attenzione più di quelle pubblicate da sconosciuti.

Quali sono le tre mosse migliori che consiglieresti alle strutture rispetto ai social media?

Siate costanti: una volta avviato il coinvolgimento di clienti e potenziali clienti sui social media, il rapporto va continuamente alimentato. Non create una pagina Facebook o un profilo su TripAdvisor per poi non dedicarvi più attenzione subito dopo. I vostri clienti vi forniranno feedback diretto di grande valore 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.  Ascoltateli e rispondete in modo costruttivo. Il vostro impegno sarà presto ripagato.

Verificate e misurate: definite i vostri obiettivi rispetto all’impegno dedicato ai social media e le metriche più importanti per la struttura. Puntate a ottenere tanti Mi piace su Facebook o a far conoscere il vostro marchio a potenziali clienti coinvolgendoli in una conversazione? Una volta definiti gli obiettivi, monitorateli. TripAdvisor, Facebook e altri siti di social media offrono dati e spunti importanti sul comportamento degli utenti: utilizzate queste informazioni a vostro vantaggio e provate continuamente nuove strategie per coinvolgere i potenziali clienti. Un mix efficace di canali gratuiti e a pagamento può offrire enormi vantaggi: i social media sono molto efficaci nell’amplificare il messaggio, ma talvolta una campagna a pagamento o un canale pubblicitario aiuta a promuovere in modo più efficace il messaggio.

Siate voi stessi: lasciate che la vostra personalità o quella della struttura traspaia dal messaggio. Raccontate chi siete, immaginate quello che il vostro pubblico vorrebbe sentire e coinvolgetelo in una conversazione sincera.

Quali sono le mete che vorresti visitare nel prossimo futuro?

Per il mio prossimo viaggio sto pensando ai parchi nazionali nella zona ovest degli Stati Uniti. È una bellissima parte del Paese che conosco poco. C’è ancora così tanto da esplorare.

Strategia di TripAdvisor per i social media: cosa comporta per le strutture? [Parte prima]

Jamie Conroy è il Direttore dei prodotti per social media di TripAdvisor. Di recente, gli abbiamo fatto alcune domande sull’evoluzione della strategia per social media di TripAdvisor nel tempo.

Parlaci del tuo background.

Lavoro in TripAdvisor da quattro anni e mezzo e mi occupo della supervisione del team che lavora ai prodotti per i social media. Il nostro obiettivo è soprattutto quello di rendere la pianificazione dei viaggi un’esperienza sempre più ricca e interattiva. Siamo responsabili dell’integrazione in loco tra TripAdvisor e Facebook, delle app TripAdvisor e Local Picks per Facebook e puntiamo a estendere le funzionalità per social media a tutti gli altri componenti di TripAdvisor.

Prima di approdare in TripAdvisor, ho ricoperto diversi ruoli nel settore tecnologico, negli Stati Uniti e all’estero. Di recente, ho gestito la presenza pubblica sul web per ZoomInfo.

Qual è il rapporto tra TripAdvisor e i social media?

Viaggiare è un’attività sociale per natura. È un’esperienza che si fa in compagnia, che inizia con la pianificazione del viaggio e termina con la condivisione dell’esperienza al rientro. In realtà, TripAdvisor è un sito di social media che favorisce e potenzia questo tipo di interazione sociale. È un forum pubblico che accoglie le recensioni di hotel scritte dai viaggiatori e offre ai proprietari la possibilità di replicare, a beneficio di tutti gli utenti.

Quando ha iniziato TripAdvisor a integrare i consigli degli amici degli utenti? Come si è evoluto questo approccio?

Il primo vero promotore dei consigli di viaggio degli amici è stata la rete di viaggiatori di TripAdvisor, di cui forse si è parlato poco. L’idea era di creare un social network in cui i viaggiatori potessero entrare in contatto tra loro. I contenuti pubblicati dai contatti venivano mostrati in alto durante la navigazione nel sito. Il progetto non è mai decollato davvero. Le persone non cercavano l’ennesimo social network, all’epoca MySpace e gli altri erano sufficienti. Tuttavia, l’idea alla base di abbinare le opinioni degli amici ai contenuti tipici di TripAdvisor basati sulla “saggezza popolare” si è poi rivelata vincente. Quando è arrivato, Facebook ha messo a nostra disposizione un network in rapida crescita. Quindi, abbiamo deciso di correre un rischio calcolato e abbiamo sviluppato una nuova strategia intorno a questo social network.

Oggi, i social media sono ormai diventati un canale di massa. La saggezza popolare non ha certo perso di importanza, ma le opinioni della massa sono ora integrate con le opinioni degli amici. Ad esempio, se stai pensando di fare un viaggio a Firenze, possiamo dirti quali dei tuoi amici ci sono già stati, dove hanno soggiornato, quali ristoranti hanno apprezzato e quali attrazioni consigliano.

Il tutto supportato dai contenuti di TripAdvisor e dal grafico social di Facebook. Questa funzionalità è molto efficace, sia per i viaggiatori sia per i proprietari delle strutture, perché aiuta a fornire particolari pertinenti che potrebbero non venire alla luce se un determinato viaggiatore non sapesse che uno dei suoi amici è già stato a Firenze.

In cosa consiste l’app di TripAdvisor per Facebook? Quale valore porta alle strutture?

L’app per Facebook si basa sull’idea che i viaggi aiutano a definire la personalità degli individui: i posti visitati, gli aspetti più apprezzati di un viaggio, le mete più ambite sono tutte informazioni che le persone amano condividere e raccontare agli amici. La nostra app per Facebook aiuta le persone a raccontare dei propri viaggi, a condividerli con la propria rete sociale.

Per le strutture, l’app, che è l’app di viaggi più popolare su Facebook, estende la portata dei contenuti di TripAdvisor raggiungendo più di un miliardo di utenti attivi mensili su Facebook. Consente di allargare facilmente la rete di amici e di condividere con loro informazioni, anche nei momenti in cui non stanno attivamente pianificando un viaggio. È inoltre una fonte di ispirazione utile per gli utenti che sono alla ricerca di informazioni per il loro prossimo viaggio: l’opinione di un amico conta molto quando si pianifica un viaggio.

Di cosa si occuperà il tuo team nei prossimi sei mesi?

La mobilità continua a ricoprire un ruolo importante per TripAdvisor e per il mio team. Stiamo cercando di agevolare ulteriormente l’interazione sociale dai dispositivi mobili. Continueremo inoltre a lavorare per favorire il coinvolgimento su Facebook.

Cambiamo decisamente tono. Qual è stata la tua vacanza preferita?

Un viaggio di tre settimane in Nuova Zelanda. Sembra tanto tempo, ma io e mia moglie abbiamo visitato sia le isole del nord sia quelle del sud e sarebbe stato fantastico altro tempo per proseguire l’esplorazione del Paese. È fantastico… come vivere su un set cinematografico. La parte più interessante sono le attività estreme: bungee jumping, motoscafi, fuoristrada nei canyon, sport avventurosi… Modi folli per rischiare la vita immersi in uno scenario dalle bellezze naturali incredibili.

Non perdete il seguito della nostra intervista a Jamie. Ci offrirà spunti e idee sui social media e su come influiscono sul settore alberghiero, oltre a dare utili consigli alle strutture. Parte due

Ricerca: le recensioni su TripAdvisor e la gestione della reputazione online sono attività che influenzano le prenotazioni di hotel

Una nuova ricerca condotta da PhoCusWright® e commissionata da TripAdvisor rivela l’importanza crescente delle recensioni su TripAdvisor e della reputazione online nelle prenotazioni sul web. In particolare, la ricerca ha evidenziato che il 53% dei partecipanti non è propenso a prenotare un hotel che non ha ricevuto alcuna recensione sul portale. Inoltre, un notevole 87% concorda nel sostenere che le recensioni degli hotel di TripAdvisor “aiutano a prendere decisioni più informate”.

Ulteriori risultati:

  • Il 74% dei partecipanti sostiene di scrivere recensioni per condividere esperienze positive con altri viaggiatori
  • Solo il 5% sostiene di concentrarsi maggiormente sugli aspetti negativi delle recensioni durante la ricerca degli hotel per evitare potenziali spiacevoli esperienze
  • L’84% è concorde nel sostenere che la percezione di un hotel è “più positiva se è stata pubblicata una replica della direzione appropriata per una recensione negativa”

“I risultati del sondaggio di TripAdvisor rivelano che, per avere successo, gli albergatori devono attivamente incoraggiare gli ospiti a condividere le loro esperienze autentiche online e devono rispondere alle recensioni”, afferma Stephen Kaufer, presidente e CEO di TripAdvisor. “In caso contrario, più della metà dei viaggiatori potrebbe ignorare la struttura o sceglierne una più reattiva”.

Per visualizzare tutti i risultati, osservate il grafico di riepilogo di seguito.

TripAdvisor annuncia la partnership con le associazioni alberghiere italiane

TripAdvisor® for Business è lieta di annunciare un’importante partnership avviata con Confindustria Alberghi e con Confindustria AICA, due tra le principali associazioni alberghiere italiane.

La partnership riflette l’impegno di TripAdvisor nel supportare la community degli albergatori e nel costruire un dialogo aperto e trasparente con le strutture ricettive italiane.

Continua a leggere

Venite a visitare TripAdvisor alla fiera del turismo TTG Incontri di Rimini il prossimo ottobre

TripAdvisor esporrà a TTG Incontri di Rimini per la prima volta quest’anno, offrendo dimostrazioni del nuovissimo Centro Gestione appena lanciato e un seminario GRATUITO.

Per ricevere consigli su come trarre il massimo vantaggio dalla presenza della vostra struttura su TripAdvisor, su come incrementare le vendite e gestire la vostra reputazione sul sito, venite a visitarci e potrete parlare con gli esperti di TripAdvisor.  Non è necessario alcun appuntamento. Di seguito trovate le informazioni necessarie.

Continua a leggere